Novità Smart living

Google Assistant reintroduce le schede di Google Now.

Google Now è stato il primo tentativo da parte di Google di introdurre un assistente intelligente all’interno dei nostri smartphone. A partire dal 2012, Google Now ha subito una continua evoluzione: la prima versione era in grado di comprendere comandi vocali molto semplici, per effettuare un numero limitato di azioni disponibili. Il suo punto forte era la predizione delle nostre abitudini, che lo rendeva in grado di mostrarci schede contestualizzate in base alle nostre azioni giornaliere, per cercare di migliorare l’esperienza d’uso dei nostri smartphone.

Google Now si è poi evoluto in ciò che ora è il Feed di Google, quella schermata che si può trovare facendo uno scorrimento verso sinistra sui launcher abilitati, e su tutti gli smartphone aprendo l’app Google. Feed, però, a differenza di Google Now, non è in grado di predire le vostre azioni, e mostra soltanto alcuni dati raccolti da diverse app, come biglietti e orari del trasporto pubblico, oppure alcuni eventi identificati dalla Posta in Arrivo di Gmail.

GOOGLE ASSISTANT REINTRODUCE LE SCHEDE DI NOW.

Google ora sembra essere intenzionata a reintrodurre le schede “predittive” all’interno di una versione aggiornata di Google Assistant, che è di fatto l’erede naturale di Google Now, soltanto molto più intelligente. Utilizzando le capacità di apprendimento di Google Assistant, le predizioni dovrebbero essere molto più precise e molto più immediate. Il roll-out dell’aggiornamento è iniziato questa settimana, e porterà all’interno della schermata di Google Assistant una nuova UI che ricorda molto il feed, leggermente ridisegnato. Questa schermata racchiuderà appunto le schede predittive a-là Google Now, che ora includeranno anche acquisti recenti e operazioni effettuate con lo smartphone, pagamenti e scadenze di diverso tipo.

Google AssistantSchermata feed AssistantSchermata Esplora Assistant

L’aggiornamento sarà disponibile entro la fine del mese per tutti gli utenti Google Assistant, sia su Android che iOS, e verrà rilasciato col classico sistema di roll-out progressivo di Google. Fateci sapere qua sotto nei commenti che cosa ne pensate di questo “ritorno al passato” e che cosa vorreste vedere da Google in un futuro prossimo!

Fonte: Google Blog
Via: XDA-Developers

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più