Android Firmware e OS Novità

Ecco le novità di Android P beta 2 per Google Pixel!

Android P si aggiorna alla Developer Preview 3 (beta 2) sulla linea Pixel, portando alcune novità oltre ai consueti bugfix che Google è solita rilasciare con le beta dei suoi sistemi operativi. Stiamo parlando di un software che, pur essendo in beta, ha già dimostrato una certa maturità, a tal punto da essere stato installato da un grandissimo numero di utenti, che lo utilizza quotidianamente.

I cambiamenti sono minori, ma tali da poter migliorare l’esperienza d’uso quotidiana del dispositivo, mostrando sempre più come sarà la release definitiva del robottino verde. Il changelog di questa versione è davvero ricco, ed è una cosa piuttosto inusuale in uno stadio di sviluppo intermedio. Le modifiche sono principalmente rappresentate da piccoli ritocchi all’interfaccia grafica e dall’aggiunta di alcune funzionalità che erano venute a mancare su Android P rispetto ad Oreo.

A seguito, vi illustriamo le novità principali di questo aggiornamento:

ANDROID P DIVENTA UFFICIALMENTE ANDROID 9.0.

Per la prima volta, abbiamo la conferma che Android P sarà effettivamente Android 9.0

MIGLIORAMENTI AL CONTROLLO LUMINOSITÀ.

Il controllo di luminosità manuale tramite slider è stato migliorato: ora la scala di controllo è diventata logaritmica. Prima di questo aggiornamento, la gestione della luminosità era affidata ad una scala lineare, che di fatto agiva principalmente sulla porzione inferiore dello slider, quella che rappresenta circa il 20%, ora invece, il controllo è distribuito omogeneamente su tutta la superficie disponibile.

CAMBIAMENTI AI QUICK SETTINGS E ALLE NOTIFICHE.

L’orario è stato spostato sotto alla data, mentre prima si trovava a fianco. Ora i Quick Settings sono più piccoli e distanziati per facilitare la lettura e la visibilità delle informazioni che vi propongono.

Ora le notifiche possiedono, a fianco del testo, una piccola freccia che, se premuta, porta direttamente alla modalità Quick Reply per la risposta rapida dalla tendina.

CAMBIAMENTI ALL’ANIMAZIONE DI AGGIUNTA IMPRONTA DIGITALE.

Google ha deciso di rendere colorata – ovviamente con il suo pattern di colori – l’animazione dell’aggiunta dell’impronta digitale nella configurazione iniziale del dispositivo. Questo cambiamento ovviamente non influisce sulla funzionalità del sensore.

“FILES” MOSTRA LE INFORMAZIONI DI UN SINGOLO FILE.

L’applicazione “Downloads”, ora rinominata in “Files”, è stata migliorata, con l’aggiunta di un menù dedicato per mostrare informazioni riguardo uno specifico file selezionato, quali tipo, dimensione, data di creazione, ecc.

MIGLIORAMENTI A NON DISTURBARE.

Il nuovo non disturbare notifica l’attivazione di una regola automatica, e fornisce la possibilità di visualizzare le notifiche bloccate. Prima, le uniche notifiche visualizzate erano quelle delle telefonate inserite all’interno del registro delle eccezioni.

Inoltre, le impostazioni Non disturbare possiedono ora un’organizzazione a categorie.

PROFILI COLORI DISPLAY.

Il selettore dei profili colore del display è stato aggiornato, con l’inserimento di una immagine che aiuta a percepire le differenze tra le diverse impostazioni del profilo (screenshot da Pixel 2 XL).

ALTRE NOVITÀ.

Google sembra aver aggiornato l’animazione di uscita dalle app, ed ha aggiunto alcune nuove emoji al sistema, che vedremo probabilmente inserite nel prossimo aggiornamento della tastiera Gboard.

In attesa della versione definitiva di Android 9.0, che probabilmente debutterà in autunno, fateci sapere che cosa ne pensate di ciò che si è visto finora per quanto riguarda la nuova versione di Android, ovviamente qua sotto nei commenti!

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più