pip oreo copertina
Android

Android Pie supporta le app in finestra, e la forma la scegliete voi

E’ stato con il lancio di Android Oreo che Google ha introdotto il supporto al Picture-in-Picture per alcune app, una funzionalità che vi permette di ottenere una sorta di multitasking a finestre grazie al supporto di alcune app che sono in grado di ridursi a piccole finestrelle floattanti trascinabili sullo schermo. Una delle prime app a supportare la funzionalità è stata Google Maps, che permetteva quasi fin da subito la navigazione su strada in modalità PIP.

Android Pie estende questo concetto aprendo alcune API del sistema operativo che finora richiedevano i permessi di root per poter essere utilizzate, e che vi permetteranno di avere un funzionamento simile a quello di un OS desktop, con finestre ridimensionabili a vostro piacimento, proprio come accade ad esempio su Windows. A partire da Android Nougat, è stato possibile usufruire di questa funzionalità grazie ai permessi di root, che ora non sono più necessari con Android Pie.

ANDROID PIE: APP IN FINESTRA RIDIMENSIONABILI

pip oreo esempio
Esempio PIP Android | Evosmart.it

 

Per poter sfruttare questa funzionalità è necessario installare una semplice app dal Play Store chiamata Taskbar, che è la stessa app che si utilizzava su Oreo e Nougat, e che è stata aggiornata per supportare appieno Android Pie. La modalità che permette di avere il sistema con app in modalità windowed si chiama Freeform mode, e va ad estendere il Picture-in-Picutre nativo di Android. Taskbar non è in grado di forzare la modalità Picture-in-Picture per le app che non la supportano, quindi sarà possibile utilizzarla soltanto sulle applicazioni che supportano ufficialmente la modalità PIP di Android.

L’applicazione Taskbar non apporta modifiche al sistema operativo, perché si limita ad interfacciarsi con delle API libere messe a disposizione da Google, inoltre non richiede conoscenze particolari per il suo utilizzo,  si tratta di un’idea molto carina per chi fa un uso piuttosto produttivo del proprio smartphone, permettedovi di sfruttare i display ad oggi sempre più grandi come se fossero dei veri e propri computer.

Esempio modalità Freeform Taskbar | Evosmart.it

Via: XDA-Developers

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più