logo iliad
Curiosità

Problemi legali in vista per Iliad.

Non è da molto che Iliad è entrata ufficialmente a far parte del mercato della telefonia mobile italiana, e già sta affrontando la prima causa legale: una condanna per pubblicità ingannevole. Il Gran Giuì della pubblicità ha infatti condannato Iliad per pubblicità ingannevole, in seguito ad una denuncia esposta da TIM e Vodafone. Secondo il Gran Giurì infatti, il messaggio “30 Giga in 4G+, minuti ed SMS illimitati a 5,99 € al mese. Per sempre. E per davvero”, promette una copertura 4G+ generalizzata che attualmente l’operatore non è in grado di fornire ed inoltre non evidenzia in maniera precisa i costi di attivazione ed i limiti in caso di utilizzo delle reti europee.

Anche il Codacons sembra aver trovato qualche piccolo problema: questa volta riguarda il prezzo di 5,99 €, che viene promesso “per sempre”. Il problema riscontrato riguarda il fatto che, nelle condizioni di contratto, non esiste una clausola esplicita che definisce questa affermanzione, anzi viene evidenziato il fatto che Iliad stessa si può riservare il diritto di modificare la tariffa. Anche la possibilità di continuare a navigare terminati i 30 GB, spendendo 0,90 centesimi/MB sembra andare in contrasto con la delibera AGCOM 326/2010/Cons, che obbliga gli operatori a terminare l’erogazione del traffico dati una volta terminata la quantità proposta dall’offerta.

ILIAD SOTTO ACCUSA PER PUBBLICITA’ INGANNEVOLE.

Iliad ha già risposto alle accuse mosse dai competitor, con un comunicato che alleghiamo qua sotto:

Rispetto a quanto emerso in seguito al procedimento avviato da alcuni competitor relativo alla nostra campagna pubblicitaria, desideriamo innanzitutto sottolineare che i messaggi sostanziali che la caratterizzano sono stati verificati e accolti come trasparenti e corretti. Sarà ovviamente nostra premura rendere alcuni degli aspetti legati alle modalità di comunicazione dell’offerta ulteriormente chiari, oltre quanto già indicato nei nostri canali. Nonostante le incredibili azioni che i competitor continuano a mettere in atto da quando siamo entrati sul mercato, ci sembra opportuno cogliere queste occasioni come possibilità per chiarire ancora ai nostri utenti che agiamo in trasparenza e in un’ottica di totale soddisfazione degli stessi

E’ chiaro che questa azione legale, mossa dai principali competitor del marchio francese sembra essere quasi fatta di proposito per limitare le azioni di questo nuovo operatore, ma sicuramente qualche problema esiste davvero! E voi? Che cosa ne pensate? Fatecelo sapere qua sotto nei commenti!

Fonte: Repubblica
Via: Gizblog

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più